Italia

Roma 17 aprile 2019 – Sara Cunial espulsa dal M5S

Ennesima espulsione dal gruppo parlamentare del M5S, questa volta a subire l’epurazione dal partito e toccato alla deputata Sara Cunial dal gruppo dei pentastellati, forse avrà dato fastidio le sua battaglia contro le agromafie? Oppure aver portato in parlamento la questione della sicurezza vaccinale? Come ad esempio la conferenza stampa indetta dalla Cunial per esporre le risultanze in merito alcune analisi effettuate da Corvelva su alcuni vaccini?  Link.

La politica da sempre conosce molto bene l’arte del compromesso, ma con lei sembra esserselo dimenticato (come le promesse fatte in campagna elettorale) e senza troppi giri di parole l’hanno allontanata dal suo gruppo parlamentare, di fatto prendendo le distanze dall’unica deputata che con coraggio e determinazione si e fatta portavoce in parlamento di milioni di cittadini critici verso una deriva autoritaria in campo terapeutico.

Dell’espulsione lo scrive in un post della sua pagina Facebook, pubblicando la lettera con la quale il capogruppo M5S alla Camera, Francesco D’Uva, su indicazione del capo politico del Movimento 5 stelle, Luigi Di Maio, le comunica l’espulsione dal Gruppo.

“Sono stata espulsa il 17.
Nessun parlamentare o capo politico mi ha chiesto di entrare a far parte di una forza politica esistente.
Tantissimo affetto e stima dai cittadini di cui sono stata chiamata ad essere portavoce.
In fondo ho solo parlato di mafia in parlamento (questa la mia ultima dichiarazione in aula
https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=309099099768314&id=141820489829510 ).
Sono serena.
Oggi e’ giorno di festa.
Per Tutti.
Un Abbraccio.”