Italia News

VACCINO HPV, IL ROVESCIO DELLA MEDAGLIA. Featured

Il vaccino contro il virus HPV nasce con l’intento di proteggere dal carcinoma invasivo del collo dell’utero, patologia che ha origini virali trasmessa principalmente tramite contatto durante i rapporti sessuali da individui infetti, fra tutti i tipi di tumori e quello che dovrebbe spaventare meno perché può essere facilmente diagnosticato eseguendo un semplice esame di laboratorio, il Pap-test, che solitamente viene ripetuto con cadenza triennale in quanto i tempi che intercorrono tra l’infezione e la formazione del tumore sono molto lunghi, inoltre essendo un tumore che insorge in età avanzata lo rende facile da diagnosticare.

Si e visto che il grosso delle infezioni da HPV regrediscono da sole senza trattamento nel giro di un anno, ed il numero delle regressioni sale ulteriormente nel giro di due anni, anche per questo motivo lo screening diventa fondamentale per la prevenzione, ed il vaccino diventa inutile, in quanto risulta che solo una piccola percentuale di donne che hanno contratto l’infezione da HPV possa trasformi effettivamente in cellule precancerose, che sono facilmente diagnosticabili con il Pap-test e risolvibili ambulatorialmente.

Perché il vaccino funzioni deve essere inoculato a soggetti che non abbiano mai contratto il virus, quindi ritenendo difficile che avvengano rapporti sessuali in tenera età, si e deciso di intervenire sulla fascia 9-12 anni, di fatto rendendo complicato verificare i reali benefici di questa profilassi in quanto la vaccinazione dovrebbe garantire un’immunità per circa 30 o 40 anni, quindi anche se ci fossero dei vantaggi sarebbero visibili solo molti anni dopo la somministrazione.
Se occorre aspettare anni per verificare l’efficacia del vaccino sulla stimolazione anticorpale del sistema immunitario, non si può dire la stessa cosa per gli effetti collaterali. Si sono registrate moltissime reazioni avverse anche gravi subito dopo la vaccinazione sui soggetti che hanno ricevuto il vaccino HPV (link), in altri casi reazioni difficili da diagnosticare perché apparse dopo qualche tempo.

Prima che l’Italia venisse incaricata dagli USA di essere capofila delle strategie vaccinali a livello mondiale i medici potevano esprimersi liberamente riguardo il tema vaccinale, infatti un noto epidemiologo Michele Grandolfo, ex dipendente dell’Istituto superiore di sanità (ora in pensione), poteva esprimere tutte le sue perplessità in una relazione destinata all’allora ministro Livia Turco, riguardo l’inutilità di questo vaccino, Link .
Ora in Italia tutto e cambiato, sui dottori incombe la minaccia della radiazione dall’ordine dei medici, con relativa gogna mediatica per chi diffonde notizie non conformi alla dottrina della nuova “scienzah“.
Stessa sorte e capitata al dott. Petrella, ginecologo del consultorio di Teramo, che da anni si spende per informare sulle criticità del vaccino HPV, per questo è stato segnalato all’ordine dei medici della sua provincia ed è iniziato anche per lui il procedimento disciplinare Link.
Della convocazione all’Ordine , (che poi è stata rinviata a data da destinarsi) ne dava notizia lo stesso Petrella sulla propria pagina Facebook in un messaggio ai pazienti:
«Sono stato convocato (…) riguardo alle mie posizioni sui vaccini. Evidentemente la verità non piace. (…) Porterò le prove che il vaccino contro il Virus Hpv (Papilloma virus) non serve ma è dannoso e pericoloso. Dimostrerò come si possono risparmiare oltre 100 milioni di euro (…) Oltre che curare definitivamente tutte le lesioni del collo dell’utero».

L’utilizzo indiscriminato di questo vaccino legato alla scarsa trasparenza riguardo alle sue reali criticità ha portato al manifestarsi di gravi reazioni avverse in un po tutto il mondo, registrate e denunciate da uomini e donne di grande coraggio, per esempio in Giappone ha fatto scalpore una notizia riguardante una ricerca di Shuichi Ikeda che ha portato al crollo delle vaccinazioni HPV dopo aver dimostrato che il vaccino provocava danni cerebrali ai roditori, dati poi diffusi dai media, insieme a rapporti video di ragazze su sedia a rotelle e con attacchi epilettici dopo essere state vaccinate, a causa di questa ricerca la Ikeda ha dovuto affrontare un processo con l’accusa di diffamazione che però ha vinto. Link

In Danimarca a pagare le spese per aver criticato le industrie farmaceutiche, e toccato al dott. Peter C. Gøtzsche fondatore dell’istituto Nordic Cochrane Centre, che esprimeva forti preoccupazioni per i possibili danni derivanti dalla somministrazione del vaccino HPV, Link, inoltre chiedeva all’EMA se sia stata trasparente e responsabile nei confronti dei cittadini ed abbia rispettato il loro diritto di conoscere le incertezze legate alla sicurezza dei vaccini HPV, a seguito di questo intervento si e creata all’interno dell’istituto Danese una forte diatriba che ha portato all’espulsione del suo fondatore con metodi poco chiari, link.

In America in una conferenza intitolata “The Science of Vaccines Forum” Robert F. Kennedy, Jr. rispondendo ad alcune domande dei giornalisti riguardo il vaccino Gardasil ( anti hpv- anti papillomavirus ) accusa la Merck di produrre dei vaccini che hanno effetti collaterali molto gravi,
« Nei 6 mesi successivi al vaccino, la possibilità di sviluppare una malattia autoimmune, è di 2,3%, una possibilità su 40. (…) Il tasso di aborti spontanei è di 5 volte rispetto alla norma (…) Le lesioni al sistema riproduttivo è di 5 volte rispetto alla norma in America.».

Robert Kennedy jr. accusa la Merck

Ma la parola Cancro da sola e capace di risvegliare paure ancestrali, considerando l’alto tasso di incidenza e di mortalità e la bestia nera di questo inizio millennio, quando ci viene proposto un vaccino che dovrebbe prevenire almeno una delle tante versioni di questa malattia, istintivamente accettiamo questa vaccinazione e ci sentiamo rassicurati da essa e probabilmente portiamo le nostre figlie a vaccinarsi senza indagare su quali siano i reali vantaggi o i potenziali rischi a cui possiamo andare incontro, ma se ci fermiamo un momento a riflettere e facile capire che la paura sia stata strumentalizzata con grande astuzia per convincerci facilmente a prestare il nostro corpo a quella che sembra essere una enorme sperimentazione di massa.

Fonti dell’articolo:

CORVELA: http://www.corvelva.it/it/approfondimenti/notizie/scienza-e-medicina/la-sentenza-della-corte-conferma-che-il-vaccino-di-gardasil-uccide-le-persone-prove-scientifiche-al-di-la-di-ogni-dubbio-quindi-dov-e-il-clamore.html

BLOG DI GIOIA LOCATI su il giornale.it: http://blog.ilgiornale.it/locati/2015/07/16/vaccino-anti-hpv-vi-spiego-perche-e-inutile/

ILCENTRO.IT: http://www.ilcentro.it/teramo/l-ordine-dei-medici-convoca-petrella-per-il-no-al-vaccino-1.1662996

ASSIS: http://www.assis.it/quello-lema-non-dice-analisi-critica-della-revisione-ema-del-profilo-sicurezza-dei-vaccini-anti-hpv/

PianoB: https://www.pianob.info/site/2019/02/danimarca-al-via-listituto-per-la-liberta-scientifica/

CORVELVA: https://www.corvelva.it/it/approfondimenti/notizie/mondo/scienziato-critico-verso-il-vaccino-hpv-vince-in-giappone-una-causa-di-diffamazione.html


enclosure:
https://www.pianob.info/site/wp-content/uploads/2019/04/Video-shock-Robert-Kennedy-jr.-accusa-la-Merck-d.mp4 2458562 video/mp4